fbpx
Home Eventi San Benedetto del Tronto chiude la 54° Tirreno-Adriatico

Si è conclusa ieri, martedi 19 marzo, nella città di San Benedetto del Tronto la 54° edizione della Tirreno-Adriatico.

L’ultimo appuntamento della “corsa dei due mari 2019” è stata una tappa a cronometro che, come da tradizione, si è disputata lungo le strade della bellissima città della Riviera delle Palme.

I ciclisti in gara hanno dovuto effettuare una corsa contro il tempo sotto tutti i punti di vista. Il cielo grigio e cupo, infatti, ha minacciato pioggia per tutta la durata della gara ma, con molta probabilità, il Dio Poseidone ha deciso di tenere buono il suo tridente per poi consegnarlo nelle mani del vincitore di questa Tirreno-Adriatico 2019: Primoz Roglic, ciclista sloveno del Team “Jumbo-Visma”.

Dalla Toscana alle Marche, dal Tirreno all’Adriatico.

Sono state 7 tappe che hanno regalato forti emozioni a tutti gli appassionati di ciclismo. Una sfida all’ultimo secondo che ha visto salire sul gradino più alto del podio di San Benedetto del Tronto lo sloveno Primoz Roglic ai danni del Britannico Adam Yates.

Il ciclista d’oltremanica guadagna la prima posizione della classifica generale sin dalla prima tappa di Lido di Camaiore prendendo un distacco di sette secondi dai suoi rivali.

Lo scattante britannico riesce a tenere tutti dietro anche al termine delle prime tre tappe marchigiane incrementando addiruttura il vantaggio dai ciclisti alle sue spalle. Nella frazione con arrivo a Recanati è autore di una bellissima prova e di uno splendido secondo posto che gli offre un più venticinque (secondi) nella classifica per l’ambita maglia azzurra.

Ma la beffa è dietro l’angolo. L’ultimo scoglio da superare è la temuta cronomentro sanbenedettese. Al termine di una combattutissima corsa contro il tempo ad avere la meglio, per un solo secondo, è lo sloveno Primoz Roglic.

Classifica Finale

  1. Primoz Roglic 25h 28’ 00”
  2. Adam Yates 25h 28’ 01”
  3. Jakob Fuglsang 25h 28’ 30”


Seguici:

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial