fbpx
Home Musica AL TEATRO DON BOSCO DI MACERATA ARRIVA IL ROCK E LA PSICHEDELIA...

Stella Maris è un nuovo progetto fatto di rock, punk e psichedelia in salsa moderna.Il gruppo nasce da un’idea di Umberto Maria Giardini (ex Moltheni) e Ugo Cappadonia, con Gianluca Bartolo (Il Pan del Diavolo), Emanuele Alosi (La banda del Pozzo) e Paolo Narduzzo (Universal Sex Arena). In un intervista a Rockit Umberto Maria Giardini raccontava: “In questo periodo sto lavorando anche ad un progetto che si chiama Stella Maris. Un quartetto stile anni ‘80 inglesi. Anni che ho vissuto molto intensamente fra l’altro. Molto diverso dalle mie cose, fortemente smithsiano”. Il progetto ha fatto il suo esordio con il singolo “Eleonora no”, pubblicato per La Tempesta. 

La band descrive la propria musica come “Brani accattivanti dove i sentimenti dettano legge e dove l’aria che si respira rievoca echi pastorali e incontaminati della musica pop più genuina. Traiettorie ben delineate e incastri perfetti in cui la voce arieggia e rende tutto leggero e allo stesso tempo potente, nitido”, presentandosi come “Una band sopra le righe che sviluppa tutte le esperienze dei cinque componenti e che delinea un nuovo percorso per la musica pop di alta qualità in Italia”.

Martedì 24 aprile alle ore 21, gli Stella Maris saranno al Teatro Don Bosco di Macerata per cullare e accarezzare il pubblico con reminiscenze anni ‘80 in cui protagonista è la voce portata per mano dalle chitarre, il gruppo rispolvera la purezza di quegli anni riproponendo un quadro dalle tinte tenui e atmosfere pure in cui è facile perdersi. La base da cui tutto scaturisce è sfacciatamente rock, testimoniata anche dalla presenza di sole chitarre basso e batteria, ma non mancano in alcuni episodi radici punk e soprattutto psichedelia, tutto rimescolato e cotto in una forma moderna di spiccata freschezza compositiva.

Ugo Cappadonia e Gianluca Bartolo inventano riff accattivanti, sempre accompagnati dalla sezione ritmica di Paolo Narduzzo e Emanuele Alosi. Chiude il cerchio Umberto Maria Giardini che in questa occasione sforna un atteggiamento vocale diverso e di velluto, adatto a completare l’affresco a delineare ombre e zona di luce a tutto tondo.

Stella Maris nuota in un mare di poesia e stupisce per la sua semplicità, diretta e autentica come una perla sul fondale di un mare chiamato musica italiana. Un piccolo mare, ma che riserva tesori nascosti di spiccata bellezza. Questo è Stella Maris.

Seguici:

Leave a Reply

COL SORRISO SULLE MARCHE

Drinking with L.A. un drink con Alessandra Lumachelli Si chiamano “Believers Band”, e sono esattamente: Luca Ciarpella (voce e sax), Filippo Cosci (batteria), Ilaria Caucci...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial