fbpx
Home Musica AL VIA ASCOLI MUSICHE 2018

Dopo l’anteprima del 4 febbraio con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese per Ciclo Sinfonico 2018 della Società Filarmonica Ascolana, Ascoli Musicheterza stagione musicale nata su iniziativa del Comune di Ascoli Piceno con AMAT, Ascolipicenofestival, Associazione Coro Ventidio Basso, Nuovi Spazi Musicali e Società Filarmonica Ascolana, con il contributo di Regione Marche e MiBACT e con il sostegno di Piceno Gas Vendita – torna con un ricco programma fino a maggio per un’offerta a 360 gradi.

Il secondo appuntamento della stagione il 28 febbraio al Teatro Ventidio Basso (ore 21) – promosso da Ciclo Sinfonico 2018 della Società Filarmonica Ascolana – è stato con Hubert Soudant, direttore principale della FORM, ed è stato dedicato al confronto fra due giganti del classicismo e del primo romanticismo, Schubert e Beethoven. In programma, preceduta dagli intermezzi tratti dal Thamos di Mozart, la Quinta Sinfonia di Schubert e la Quarta Sinfonia di Beethoven. Il 10 marzo all’Auditorium Neroni (ore 21.15) è stata la volta di Romancero gitano, un concerto per coro misto e chitarra su testi di Garcìa Lorca promosso dal Coro del Teatro Ventidio Basso diretto da Giovanni Farina con Claudio Marcotulli alla chitarra.

Prossimi appuntamenti:

28 Marzo

Il 28 marzo (ore 20.30) l’Auditorium Neroni ospita il concerto Dal respiro, immagini con Stefano Sponta che nasce dalla collaborazione tra l’associazione ascolipicenofestival e il Pif (Premio internazionale di fisarmonica) di Castelfidardo. “Credo – spiega il fisarmonistica Stefano Sponta – che il titolo del concerto proposto ad Ascoli Musiche riassumi sia lo strumento appunto aerofano sia l’obiettivo del musicista: cioè il far immaginare, il trasmettere immagini, emozioni e sensazioni attraverso il respiro di questo strumento così nostalgico”.

12 Aprile

Ciclo Sinfonico 2018 della Società Filarmonica Ascolana torna il 12 aprile al Teatro Ventidio Basso con un concerto dedicato a Ludwig Van Beethoven e la Sinfonia n. 9 in re minore op. 125. Ad eseguirla l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, una delle tredici istituzioni concertistico-orchestrali italiane riconosciute dallo Stato con al suo attivo quarant’anni di attività, con il Coro dell’Accademia di Pescara, Coro del Conservatorio “A. Casella” L’Aquila, la Corale Novantanove de L’Aquila e il Coro Ventidio Basso di Ascoli Piceno. Nel ruolo di direttore e maestro concertatore ci sarà Pasquale Veleno con Li Keng soprano, Riccardo Della Sciucca tenore, Daniela Nineva mezzosoprano, David Maria Gentile baritono e i maestri dei cori Rosalinda Di Marco e Giovanni Farina.Capillarmente presente su tutto il territorio regionale abruzzese, si è esibita per le più prestigiose istituzioni musicali italiane, come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e il Teatro alla Scala, e in numerose importanti sedi concertistiche di altre regioni . Riccardo Muti l’ha diretta in un importante concerto commemorativo tenutosi a pochi mesi dal sisma che ha colpito L’Aquila nel 2009.Si sono esibiti con l’Orchestra solisti artisti del calibro di Katia Ricciarelli, Milva, Renato Bruson, Placido Domingo, Andrea Bocelli.L’Orchestra ha realizzato incisioni per numerose e importanti case discografiche (BMG Ariola, Amadeus-Paragon, Arts, Rugginenti, Sonzogno, Bongiovanni), registrazioni per la RAI – Radio Televisione Italiana e numerose prime esecuzioni di compositori contemporanei.

5 Maggio

Altro appuntamento di Ciclo Sinfonico 2018 della Società Filarmonica Ascolana al Teatro Ventidio Basso (ore 21) con la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana e l’acclamato violinista serbo Stefan Milenkovich, che, in una entusiasmante esperienza di suono cross-over, traccia una singolare “storia del violino” da Bach ai Queen passando per Mendelssohn, Paganini, Čajkovskij, Ravel, Gershwin. Premiato come Artista serbo del secolo (2002) e Brand Personality of the Year (2010), Stefan Milenkovich è un violista unico, di straordinaria creatività. La sua filosofia musicale, così come il suo stile di vita, è una vera definizione di eclettismo: esplora il patrimonio classico e contemporaneo e, in generale, l’esperienza umana, perseguendo un collegamento diretto ed empatico con il pubblico, a cui regala performance divertenti, coinvolgenti e piene di energia. 

16 Maggio

Al Ridotto del Teatro Ventidio Basso (ore 21) su iniziativa di Nuovi Spazi Musicali è la volta del concerto della pianista Costanza Principe, introdotto da Ada Gentile, su musiche di Bach Toccata in sol maggiore BWV 916, Schumann 4 Pezzi op. 32 e Schubert Sonata in la maggiore D959. Dal suo debutto in pubblico all’età di sette anni, Costanza Principe ha vinto numerosi premi in concorsi pianistici nazionali e internazionali, diplomata presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, si è esibita come solista e in formazione cameristica in Italia, Francia, Regno Unito e Sud America. Tre i concerti organizzati da AMAT, tutti nell’ambito di APP Ascoli Piceno Present – III° festival delle arti sceniche contemporanee che si svolgerà venerdì 25 e sabato 26 maggio.

25 Maggio

Un omaggio all’arte del compositore estone contemporaneo Arvo Pärt, tra i più amati dal pubblico delle nuove generazioni è proposto alla Chiesa di Sant’Andrea (ore 18.30). La musica di Pärt, musica per lo spirito, per la ricerca del benessere interiore, è qui ricreata con grande raffinatezza dal coro Vocalia Consort – Vox Poetica Ensemble e dalla FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana sotto la guida del direttore Marco Berrini. Sempre venerdì 25, alle ore 23 alla Chiesa di San Pietro in Castello, l’appuntamento è con Andrea Nabel, cantautore emerso dalla vetrina Glocal Sound – Giovane Musica d’Autore in Circuito, tra le voci e penne più interessanti del panorama in ascesa italiano, vincitore del PIVI al MEI di Roma 2015 e dell’ultima edizione di Frequenze Mediterranee.

26 Maggio

Conclude Ascoli Musiche – alla Chiesa di San Pietro in Castello (ore 23) – Wrongonyou, uno degli astri nascenti della musica folk italiana, all’anagrafe Marco Zitelli, giovane musicista romano, classe 1990 ormai considerato il Bon Iver italiano proposto in collaborazione con Loop Live Club. Wrongonyou, all’anagrafe Marco Zitelli, si è avvicinato alla musica folk grazie ad artisti internazionali come Bon Iver e Fleet Foxes. Da subito si è fatto conoscere come un giovane talento fuori dal comune che con la sua musica innovativa e autentica arriva dritto al cuore. Da venerdì 1 dicembre 2017, è in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming il nuovo singolo del cantautore romano dal sound internazionale WRONGONYOU “Shoulders” feat. Maurizio Filardo, brano principale della colonna sonora del film di Alessandro Gassmann Il premio, nelle sale cinematografiche da mercoledì 6 dicembre distribuito da VISION DISTRIBUTION. Wrongonyou, infatti, ha firmato insieme a Maurizio Filardo la colonna sonora del film, in cui è anche attore nella parte del figlio di Alessandro Gassmann.

 

 

AMAT

con

ASCOLIPICENOFESTIVAL

ASSOCIAZIONE CORO VENTIDIO BASSO

NUOVI SPAZI MUSICALI

SOCIETÀ FILARMONICA ASCOLANA

con il contributo di

REGIONE MARCHE

MIBACT

con il sostegno di

PICENO GAS VENDITA

Seguici:

Leave a Reply

COL SORRISO SULLE MARCHE

Grande successo per il terzo appuntamento a Civitanova Marche di “Aperiarte”, il nuovo format concepito da Alessandra Lumachelli, che prevede un aperitivo alla presenza...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial