fbpx
Home Eventi Al via il Palio della Rocca, a Serra Sant’Abbondio un tuffo nel...

Scatta oggi venerdì 6 settembre a Serra Sant’Abbondio la 33esima edizione del Palio della Rocca. A organizzare una delle manifestazioni storiche più longeve e importanti della regione Marche, la Pro Loco e il Comune, con il patrocinio dell’assemblea legislativa delle Marche, Regione, Provincia, Camera di Commercio, Comunità montana del Catria e Nerone e Associazione marchigiana Rievocazioni storiche. Fino a domenica, nel borgo ai piedi del monte Catria, a due passi dal Monastero di Fonte Avellana, un tuffo nel passato, una immersione nelle affascinanti atmosfere medievali con la sfilata in costume, gli addobbi delle vie, l’apertura delle osterie e delle botteghe artigiane, spettacoli e la magia del Palio.

Ricco, variegato, interessante come sempre il menù del Palio, che per la 33esima edizione presenta anche alcune importanti novità.

Il programma è impreziosito dalla presenza di gruppi storici, compagnie e gruppi musicali provenienti da tutta Italia. Quest’anno saranno presenti le compagnia Grifone della Scala e della città di Fabriano, i musici Jubal, la Compagnia del Maggio, i Fuochi Fatui, i Brutti di Fosco, i Trillalero, gli sbandieratori del Palio di San Floriano di Jesi.

Il sipario si alzerà con la inaugurazione (17.30) della mostra pittorica ‘Sulle orme della fantasia’ di Ilaria Castagnacci. A seguire, il convegno in sala consiliare ‘Le radici della sostenibilità. Storie di monaci, alberi, montagne: le candidature UNESCO del codice forestale camaldolese e dei boschi di Serra Sant’Abbondio’. Interverranno Dom Salvatore Frigerio e il Professore Tommaso di Carpegna Confalonieri.

Alle 19 l’apertura delle osterie e taverne dove degustare tipicità locali: Osteria de li Castelli, di Sant’Honda e la Taverna del Mandriano., mentre alle 19.30 la Cena medioevale su prenotazione, con intrattenimento della compagnia “Grifone Della Scala” e i musici “Jubal”.

Alle 21 il rito: il notaro leggerà il bando aprendo solennemente la manifestazione. Durante la serata lo spettacolo teatrale dialettale a cura della “Compagnia del Maggio” e quello itinerante per le vie del centro storico con l’intervento del gruppo musicale “jubal”.

La giornata di sabato si aprirà alle 18. Nel borgo arti e mestieri con la compagnia d’arme “Grifone della scala”. Per cena osterie e taverne proporranno gustose specialità locali. La serata s’accenderà con il Palio Straordinario di San Biagio: una particolare corsa delle oche che vedrà le donne contendersi la vittoria. Al termine lo spettacolo di danza col fuoco, l’intervento di musici e sbandieratori, spettacoli itineranti con il gruppo rock-celtico “Brutti di Fosco” e il gruppo celtico “Jubal”.

Il momento più atteso, come tradizione, la domenica, quando nel pomeriggio si terrà il Palio della Rocca.

L’evento è, infatti, sia ricerca e rievocazione storica che competizione tra i tre castelli e i tre borghi. Serra aveva nel suo territorio tre Castelli: quello di Leccia, Colombara e Serra Sant’Abbondio o di Sant’Onda. In epoche successive vennero edificati i tre borghi: Montevecchio, Poggetto e Petrara. Questi tre castelli e borghi si contendono il Palio della Rocca raffigurante l’immagine di Sant’Abbondio, prete romano e martire sotto la persecuzione di Diocleziano, attraverso una spettacolare corsa delle oche, gioco molto in voga nel periodo medievale e rinascimentale.

Al sesto rintocco della campana scatterà la storica disfida tra i castelli con la famosa e spettacolare corsa delle oche, in programma domenica 9 alle 18.

La giornata inizierà con la spettacolare parata in costume dei Signori dei Castelli e delle compagnie figuranti. Verranno accolti dal signore del castello principale accompagnati da un alfiere con lo stendardo simbolo del proprio castello e dalle oche protagoniste indiscusse della manifestazione seguite dal proprio ocaro.

Prima del “Palio della Rocca”, “Lo Palio dei Monelli”. I bambini dei castelli si sfideranno in una prima corsa delle oche. Alle 18 il Palio, come sempre davanti a tutto il paese e ai tantissimi visitatori e turisti, in un’atmosfera unica e magica.

Il pomeriggio e la serata saranno animati dallo spettacolo di giocoleria con i Trillalero e ‘Maleficient’ a cura degli sbandieratori del Palio di San Floriano di Jesi. Musica in piazza con il gruppo rock celtico I Brutti di Fosco. Per il gran finale lo spettacolo pirotecnico che accenderà il borgo.

Domenica 16 la consegna del palio e la cena della pace.

Maggiori informazioni: www.ssabbondio.it

Seguici:

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial