fbpx
Home A tavola Via al Grand Tour delle Marche: cibo e tradizioni della regione

“Salpa” il Grand Tour delle Marche 2019, il circuito di eventi varato da Tipicità ed Anci Marche in occasione di EXPO 2015 e divenuto una vera e propria “mappa” di successo a livello nazionale. E lo fa tramite questo messaggio lanciato simbolicamente a bordo della Xania, nave della flotta Anek Lines ormeggiata nel porto di Ancona: “Rotta verso le esperienze autentiche delle comunità locali!“.

Grand Tour delle Marche | Da maggio a novembre

Sono ben 28 gli eventi, in alcuni casi realmente unici ed inimitabili nella loro spiccata identità, che da maggio a novembre consentiranno di vivere la regione per eccellenza in tutte le sue sfaccettature, ancora in gran parte sconosciute, tra cibo, prodotti tipici, tradizioni e cultura.

“È una proposta a tutt’oggi estremamente innovativa, studiata sulle esigenze di un viaggiatore internazionale”. Spiega Angelo Serri, direttore di Tipicità, che aggiunge: “Non a caso il 2019 è l’anno del turismo lento ed il Grand Tour delle Marche è concepito proprio per rendere fruibile un’esperienza autentica ed immersiva”.

Non solo eventi, ma anche una piattaforma integrata e all’avanguardia con la possibilità di crearsi soluzioni di viaggio su misura e connessioni tra le diverse iniziative del circuito. Sarà presente anche un “Tipicità Village” ad animare gli appuntamenti.

Il programma

  • Straordinario evento anteprima: un omaggio a Giacomo Leopardi nei 200 anni dell’Infinito. Poi, a seguire, i primi appuntamenti: La piazza del gusto a Cantiano, la Festa di primavera a Frontone, Tipicità in blu ad Ancona e Gustaporto a Civitanova Marche.
  • Il programma di giugno prevede Brodetto show a Porto Recanati, la Domus Romana a Sant’Angelo in Vado, l’Infiorata del Corpus Domini a Castelraimondo e L’Altro Festival a Capodarco di Fermo.
  • Luglio si apre con la Frasassi Experience e Verdicchio in festa di Montecarotto. Poi il tour approda nel Maceratese, con l’antiquariato a Pollenza ed il Verdicchio di Matelica Festival. Il Cappello di paglia a Montappone e la Libera poesia tra le mura di Serra Sant’Abbondio chiudono il mese più denso di appuntamenti del Grand Tour delle Marche.
  • Agosto si presenta con Il covo di Campocavallo di Osimo, continua con sua maestà l’oliva tenera ad Ascoliva Festival, per concludersi con Le meraviglie del ricamo a Venarotta, sempre nell’Ascolano.
  • Settembre si apre con il Vero brodetto de.co. sangiorgese, per poi proseguire con il Premio Internazionale della Fisarmonica a Castelfidardo e chiudersi con i riti della vendemmia celebrati con Il grappolo d’oro di Potenza Picena.
  • Le atmosfere autunnali si annunciano sullo sfondo della Mostra mercato del tartufo e Festival dell’alogastronomia di Apecchio, nonché dell’inedito connubio tra Tipicità & archeologia di Monte Rinaldo. New entry dedicata all’arte della pelle a Tolentino, con Questione di pelle, e grande esultanza per i pregiato “oro bianco” di Acqualagna, con la Fiera internazionale del tartufo bianco.
  • Il Grand Tour 2019 si congeda a novembre con tre tappe: Sibillini in Rosa a Montedinove, dedicato all’autoctona, preziosa, mela di montagna, Festa della cicerchia a Serra de’ Conti. Appuntamento conclusivo a Fermo con un evento che darà il via alle celebrazioni natalizie.

Informazioni e contatti

Nell’edizione 2019 debuttano a fianco del Grand Tour delle Marche, nel ruolo di project partner, Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking, nell’ottica di un’attenzione ancora più capillare alle esigenze delle persone e delle comunità locali.

Info: 0734.277893

segreteria@tipicita.it

www.tipicitaexperience.it

Seguici:

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial