fbpx
Home Eventi Casa Leopardi: Tecnologia e tradizione si incontrano per la nuova mostra “Io...

RECANATI – Dopo la presentazione alla stampa dell’8 marzo, il 15 Aprile verrà aperta al pubblico la mostra interattiva nelle antiche scuderie di palazzo Leopardi. Oltre alla tradizionale offerta del museo sarà dunque possibile immergersi, seppur virtualmente, direttamente in prima persona nella vita e nella mente del poeta marchigiano.

L’innovativa mostra a Casa Leopardi

L’opera è nata da un’idea di Casa Leopardi ed è stata realizzata grazie a diversi mesi di lavoro e collaborazione di professionisti quali Fabiana Cacciapuoti (ricerca storica e documentazione), Giancarlo Muselli (scenografo), l’ingegner Stefano Donati e grazie alla partecipazione e alla realizzazione tecnologica curata da PlayMarche srl – spin off dell’Università di Macerata.

L’esperienza multimediale Io nel pensier mi fingo è un viaggio virtuale, in un ambiente immersivo, negli spazi fisici e mentali abitati da Giacomo Leopardi all’epoca della sua infanzia e giovinezza a Recanati. Oltre 60 mq di proiezione in videomapping su più pareti. L’amministratore delegato di PlayMarche srl – spin off dell’Università di Macerata, Michele Spagnuolo, descrive così l’esperienza che potrà essere vissuta:

La narrazione dell’evento è focalizzata sul rapporto tra il Poeta e gli ambienti del palazzo in cui si è svolta la sua infanzia e giovinezza, ed in particolare con riferimento alla biblioteca paterna, luogo della sua formazione e della sua iniziale produzione poetica e saggistica. Un investimento molto importante, a testimonianza di quanto Casa Leopardi da sempre creda nel turismo e nella valorizzazione dell’icona Giacomo Leopardi.

Spagnuolo poi prosegue:

“Le tecnologie utilizzate saranno il mezzo per avvicinare nuovi target di riferimento, utilizzando linguaggi poco convenzionali come il videomapping e le esperienze immersive”

Il commento del Magnifico rettore dell’Università di Macerata prof. Francesco Adornato

“Giacomo Leopardi è, dopo Dante Alighieri, il poeta più noto della tradizione letteraria italiana, studiato nelle Università di tutto il mondo. La sua opera riveste in maniera evidente e riconoscibile una forte funzione identitaria nel contesto culturale e sociale delle Marche. Grazie al connubio tra sapere umanistico e nuove tecnologie, tra ateneo e imprese innovative, studiosi e professionisti, reso possibile dal nostro spin off PlayMarche, siamo in grado di offrire un ulteriore importante strumento di qualificazione e promozione territoriale”.

L’opera realizzata è in grado di coniugare tradizione, innovazione e tecnologia; ciò permetterà di rivivere, non solo la storia di un grande autore, ma anche una parte importante della letteratura italiana come mai prima d’ora.

Per ulteriori info rivolgersi a: Museo Leopardi

Altri eventi:

Seguici:
1 reply to this post

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial