fbpx
Home Arte Giusi Falleroni

Anima stanca

Di pena parlano le mie ossa,
il genio sempre più spento
s’aggira tra maschere irriconoscenti;
esausto fantasma di città deserte
fatica a ribellarsi,
anima solitaria
s’erige a scudo di misfatti,
vaso di porcellana
contro un esercito, di miserabili.

 

Rinascita

Raggi m’investono di luce nuova
risvegliano occhi spenti
dalla grevità
dei tempi
accarezzano lineamenti
resi rigidi
da egoisti egocentrici
che un dì tramutarono
giovani radici in sterpi
infiammati da fuochi fatui evanescenti
raggi m’investono di luce nuova
asciugano il fiume d’un pianto
accendono un arcobaleno
illuminano un sorriso
spiegano ali
in cerca di confini lontani.

 

 

Giusi Falleroni

Tratto dal n’1 (2014) di MG Marcheguida

 


 

Seguici:

Leave a Reply

COL SORRISO SULLE MARCHE

Giovedì 27 settembre, dalle ore 19:30, a Civitanova, presso “Il Vittoriano”, in corso Umberto I, al num. 188, inizia la rassegna “Aperiarte”, una serie...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial