fbpx
Home Info utili Le Marche riconoscono lo stato di emergenza climatica

Il Consiglio regionale approva una mozione di Sandro Bisonni (Verdi) dedicata ai cambiamenti climatici. Nell’atto viene proposta in primo luogo la dichiarazione dello stato di emergenza ed il riconoscimento dell’urgenza di una risposta globale. Tra gli impegni, figurano l’accelerazione della transizione energetica per ridurre le emissioni di anidride carbonica in tutti i settori produttivi e la progettazione, nonché il finanziamento, di un piano di sensibilizzazione ecologica.

Per contrastare l’emergenza climatica, Bisonni pone al centro dell’attenzione alcuni principi che riguardano la “giustizia” climatica, vale a dire che i costi di transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della popolazione; la “democrazia partecipativa”, con il coinvolgimento da parte della Regione delle associazioni ambientaliste attraverso un tavolo di confronto a cadenza periodica; la “trasparenza”, che presuppone la pubblicazione di rapporti sui progressi registrati in relazione alla riduzione delle emissioni e nella risoluzione delle criticità ambientali.

Nella risoluzione si fa riferimento ad alcuni importanti appuntamenti, che hanno evidenziato le criticità della situazione a livello mondiale e non si   manca di ricordare le recenti manifestazioni degli studenti e la protesta che sta portando avanti Greta Thumberg.

“La politica e la società intera   – sottolinea Bisonni – non hanno fatto finora abbastanza per contrastare l’emergenza climatica in corso, quando questa dovrebbe essere la priorità di qualsiasi governo. E’ necessario intraprendere politiche radicali per rendere le attività umane sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale, anche tutelando i lavoratori e i soggetti deboli della società.”

Seguici:

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial