fbpx
Home Info utili Macerata – arriva la donazione di un contributo per il reparto di...

Il Presidente di Banca Macerata Ferdinando Cavallini ed il Direttore Generale Rodolfo Zucchini hanno ufficializzato la donazione di un contributo all’Ospedale di Macerata per l’acquisto di strumentazioni nuove: il reparto di Diabetologia dell’Ospedale si è così dotato di due nuovi macchinari finalizzati all’assistenza ed alle prestazioni cliniche per i soggetti diabetici. I due macchinari sono “Biothesiometer Plus”, per la misurazione della sensibilità vibratoria, e “NeuroTester Air”, per il calcolo dei test di Neuropatia Autonomica Cardiaca attraverso la misurazione contemporanea del battito cardiaco, della respirazione, della pressione intratoracica e dell’ortostatismo. Questi strumenti sono indispensabili per curare e prevenire il diabete e, attraverso questo progetto sostenuto dall’Ospedale di Macerata, sarà possibile ridurre il numero dei pazienti obesi diabetici e le amputazioni degli arti inferiori causate dalla malattia. Per garantire lo stesso trattamento a tutti i pazienti, i macchinari saranno presenti negli ambulatori di Macerata, Tolentino, San Severino, Recanati e Civitanova.

Il Dott. Gabriele Brandoni, Dirigente medico del Dipartimento Malattie metaboliche e Diabetologia dell’Ospedale di Macerata, e il Dott. Massimo Palazzo, Direttore medico dell’Area Vasta 3, hanno ringraziato la Banca per la donazione di € 13.000, che è risultata fondamentale per l’acquisto di strumenti tecnologici all’avanguardia. Come spiega il Presidente Cavallini, “Banca Macerata continua a dimostrare la propria sensibilità nei confronti del tessuto sociale e sanitario locale. In questo caso particolare, abbiamo accolto la richiesta avanzataci dalla AV3 di Macerata per il reparto di Diabetologia, confermando con i fatti la nostra vicinanza a questo territorio, alla comunità e a coloro che gestiscono servizi di fondamentale importanza per i cittadini. La nostra missione è quella di restituire al territorio un’Istituzione bancaria locale; una Banca che più cresce, più riuscirà a sostenere iniziative di questo tipo”.

Ad oggi il diabete rappresenta un’emergenza sanitaria mondiale, che riguarda 422 milioni di soggetti: i dati statistici mostrano che nel 1980 le persone con il diabete erano 180 milioni, per poi arrivare a 350 milioni nel 2008; è necessario un miglioramento per evitare che nei prossimi venti anni le persone diabetiche raddoppino. Questo è ciò che sostiene l’Oms, l’Organizzazione mondiale per la sanità, ed è proprio per l’imponenza di questi dati che il giorno 14 novembre è stato istituito come la Giornata mondiale del Diabete. La lotta al diabete deve certamente iniziare dal cambiamento degli stili di vita individuali, ma anche autorità ed istituzioni devono dare il loro contributo. Per limitare la diffusione del diabete, è necessario fare proprie alcune abitudini, come ad esempio mangiare sano e fare attività fisica. Secondo l’Oms, entro il 2030 è possibile ridurre del 30% i decessi causati da malattie croniche: questo obiettivo potrà essere raggiunto garantendo l’accessibilità ai farmaci ed agli strumenti per il controllo e la terapia, mobilitando i servizi sanitari per favorire la diagnosi e l’intervento terapeutico.

Grazie a Banca Macerata per la sensibilità dimostrata e il fattivo sostegno a favore della battaglia quotidiana contro questa grave malattia.

 

 

Seguici:

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial