fbpx
Home Curiosità #rispettAncona

Tra le spiagge di velluto senigalliesi e quelle sassose della Riviera del Conero, passando dalle grotte sotterranee di Camerano ed Osimo fino alle grotte naturali dei Frasassi a Genga, nel cuore delle Marche, dove natura e storia vivono una vivace integrazione, è nato due anni fa il gruppo FAI Giovani Ancona. Il FAI Giovani Ancona è un gruppo spontaneo di giovani che fa parte del FAI, Fondo Ambiente Italiano, e che condivide i valori di questa grande fondazione italiana e ne persegue gli scopi attraverso soprattutto eventi di sensibilizzazione. I ragazzi che simpatizzano per il FAI Giovani Ancona aderiscono all’idea che la cultura nella vita sia necessaria ed essenziale. L’obiettivo è quello di individuare anche contenuti diversi rispetto al FAI “over 40”, e sperimentare nuove forme di partecipazione e coinvolgimento, anche attraverso il web e i social network e a sensibilizzare maggiormente i giovani alla tutela del proprio paesaggio. I ragazzi del FAI Giovani Ancona mettono a disposizione il loro tempo, la loro formazione e la loro professionalità in modo volontario, per realizzare eventi e progetti che diventino momenti di convivialità e di riflessione sulla cultura e sull’ambiente. I giovani coinvolgono il mondo dell’università ma anche delle associazioni di giovani professionisti. Nel 2014 i ragazzi hanno avviato una campagna di sensibilizzazione per coinvolgere maggiormente i giovani alle tematiche del FAI. Attraverso l’hashtag #RISPETTANCONA i giovani possono segnalare situazioni di degrado ambientale o urbano , ma anche beni dimenticati che meritano di essere valorizzati nella provincia! L’hashtag può essere utilizzato sui tre principali social network: Instagram, Twitter o Facebook e le segnalazioni possono avere qualsiasi natura creativa: verbale, video, foto, ecc…
Il FAI Giovani Ancona vuole sollecitare le Istituzioni locali competenti affinché riconoscano il vivo interesse dei cittadini nei confronti delle bellezze del territorio e mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarle così da rendere possibile il recupero di uno o più beni segnalati. Ma prima di arrivare alle istituzioni, le segnalazioni devono arrivare dalla sensibilità dei cittadini più o meno giovani che intendono far sentire la propria voce attraverso il “megafono” del FAI Giovani Ancona. Prima di ogni altra cosa, il progetto può avere successo se i ragazzi si sentiranno coinvolti ad indicare ciò che nelle nostre città si può ancora migliorare o addirittura necessita di urgente attenzione!
Il rispetto della città nasce da noi cittadini, quindi: tagga #rispettAncona!

 

 

Federica Polacco

Tratto dal n’1 (2014) di MG Marcheguida

 


 

Seguici:

Leave a Reply

COL SORRISO SULLE MARCHE

Sabato 17 novembre dalle ore 18,30, presso la Geostruttura del City Park di Camerino, 6 rock band marchigiane saranno protagoniste della gara di solidarietà...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial